Tag Archives: cultura

Aggiornamento e qualche retroscena…

Quanto è lento il lavoro al Comune!!
Per realizzare qualcosa occorrono innumerevoli commissioni consiliari (non sempre gestite in modo produttivo…) e tanta, tanta, tanta tenacia.

Io non mollo finché non realizzo quello che ci siamo prefissati.

Bilancio Sociale: se il presidente della Commissione Bilancio non mette all’ordine del giorno il punto, non si discute. Eppure la volontà di tutta la commissione era unanime!!

Asili Nido: ho fornito i miei elemnti di modifica, ma per un “qui pro quo” tra Assessore, Dirigenti e Funzionari, e la Commissione è andata a nulla di fatto. Saremo costretti a convocarne di straordinarie. Ho piantato una grana infinita tanto che subito dopo la commissione hanno fatto una riunione di maggioranza.

Cultura: tutto terribilmente a rilento. Il Dirigente Della Penna (burbero e testardo, ma appassionato e deciso) ci ha illustrato una situazione a dir poco sconcertante, con tantissimi quadri e reperti antichi negli “scantinati”, lasciati a rovinarsi invece di farli ruotare nello spazio museale della Pinacoteca Comunale, per non parlare di Satricum, di Regolamenti mai redatti…

Nel frattempo abbiamo avuto l’udienza per il nostro ricorso al tribunale civile per rimuovere l’incompatibiltà di Di Giorgi (contemporaneamente consigliere regionale e sindaco).

Qui vi devo raccontare dei retroscena.
È incredibile: davanti a noi dicono certe cose, ai giornali dicono altre. Mignano (il Capo di Gabinetto) viene a trattare con noi, ci propone le dimissioni di Di Giorgi e il giorno dopo Di Giorgi dice ai giornali che “finché il PD non ritira il ricorso io non mi dimetto“.
Venerdì pomeriggio l’avv. Mignano ci porta personalmente le dimissioni autografe del sindaco che noi alleghiamo al documento che diamo lunedi mattina al giudice per certificare che è avvenuta la rimozione dell’incompatibilità. E il sindaco? Nella conferenza stampa alle 13:00 dice che apprezza il senso di responsabilità del PD che ha RITIRATO IL ricorso in seguito al quale lui ha presentato le sue dimissioni.
Alle 15:00 abbiamo convocato il giornalisti, e il nostro avvocato (Daniela Fiore) ha dimostrato con le carte che le dimissioni erano avvenute prima dell’udienza…
Lascio a voi le considerazioni…Un altro versante su cui sto lavorando è la macchina amministrativa. Pensate, non c’è un sistema informatico integrato al Comune di Latina che consenta agli uffici dei diversi settori di interagire scambiando dati e pratiche.

Commissione Cultura inefficiente, ma costosa

Ci avviciniamo ormai all’”anno” amministrativo del sindaco Di Giorgi, nonché consigliere regionale, nonché assessore alla cultura, alla mobilità, allo sport del Comune di Latina.
I consiglieri Zuliani e Sarubbo, membri della Commissione cultura denunciano: “dal punto di vista della cultura dobbiamo accendere i riflettori rispetto al NON fatto, al non detto, al non programmato, e lo diciamo a malincuore“. Nella Commissione Cultura si registra la piena disponibilità dell’opposizione, sempre presente alle commissioni e che ha presentato richieste di punti da discutere, di tematiche da approfondire. Purtroppo, però non si può dire altrettanto della gestione della Commissione che non ha prodotto nulla di concreto, nulla di incisivo. L’unica cosa che ha prodotto è gettoni da pagare, soldi sonanti ai membri che si incontrano per discutere… di nulla”. Le ultime tre commissioni fatte la settimana scorsa erano state convocate, in via straordinaria, per l’audizione dei dirigenti rispetto al Piano Esecutivo di Gestione (PEG) che include anche lo schema economico.

Dei quattro dirigenti convocati, solo uno ha relazionato, quello del settore Turismo. Nelle riunioni successive ci si è limitati ad annotare l’assenza dei dirigenti. “E i gettoni per i membri vengono erogati comunque. D’altronde, se si pone solo un punto all’ordine del giorno e questo non può essere discusso, la seduta risulta valida… per un nulla di fatto”, incalza la consigliera.
Alessandro Cozzolino spiega:”Nel mese di gennaio abbiamo presentato la seguente lista di punti da calendarizzare

- Bandi pubblici per assegnazione contributi comunali;
- Regolamento per l’assegnazione degli spazi comunali ad associazioni culturali;
- Modalità di definizione della “stagione teatrale” del Teatro Comunale di Latina;
- Eventi cittadini e risorse artistiche locali: ricognizione;
- Regolamento per la gestione delle Sale del Palazzo della Cultura,
- Stato della liquidazione della Fondazione Teatro. Continue reading

REGISTRI INACCESSIBILI: una gestione “opaca” e inadeguata della cultura a Latina.

cindy5.gif

La cultura per il nostro Comune è davvero una Cenerentola. Orfana di Assessore, ha l’onore di avere il Sindaco come mentore e padre, ma poco o nulla si riesce a capire di cosa lui o la sua amministrazione intenda fare.

Nella ‘sfida del fare’ si legge:

  • Predisposizione di infrastrutture moderne, adeguate ed ospitali;
  • MELA PARK ( Multimedia Eventi Laboratori Artistici ), una cittadella alle porte della città che ospiterà uno spazio per gli eventi fino ad ottomila partecipanti;
  • laboratori di produzione artistica;
  • Nuovo Conservatorio;
  • un Centro Multimediale;
  • una Vetrina per le imprese del territorio;
  • spazi nel verde per gli sport minori.
  • Inseriremo Latina nel circuito degli eventi Internazionali per favorire la crescita formativa della comunità, creando  spazi sociali mobili per favorire l’industria del turismo,
  • realizzeremo per il  TEMPO LIBERO luoghi dinamici ed accoglienti.

Da Cenerentola a Alice nel Paese delle Meraviglie.

11624b_Disney_Alice_BG.jpg

Nulla di tutto questo è stato ipotizzato in un piano triennale delle opere o menzionato come punto all’ordine del giorno in nessun Consiglio Comunale o Commissione Consiliare, e ancor meno si dice

Continue reading

Il fantasma delle TERRE PONTINE

COMMISSIONE CULTURA-TURISMO UNANIME sul progetto TERRE PONTINE
20130321-165340.jpg
Il progetto “sconosciuto anche agli uffici” prende forma, una forma che non piace a nessuno.

In commissione cultura-turismo ieri si è parlato del progetto TERRE PONTINE. Un progetto sconosciuto a tutti, maggioranza, presidente di commissione e uffici. La delibera di giunta è stata firmata il 1 settembre 2011. La commissione consiliare già lavorava a pieno ritmo dalla fine di luglio… E nessuno si era accorto delle implicazioni di TERRE PONTINE.

E invece è un progetto importante, che metterà in campo ben 600.000 euro, 50% dal ministero, 40% dal Comune di Latina che risulta Capofila, e il 5% rispettivamente dagli altri due partner principali: la Camera di Commercio e la Provincia.

Il progetto “confeziona” attraverso un portale, dei totem informativi, e infopoint, percorsi turistici delle terre pontine.

Continue reading