PRIVERNO CADE: PD affetto da malattia autoimmune

CASO PRIVERNO.
Credo che nulla possa giustificare la fine di un’esperienza di governo diventata un simbolo per tutti i comuni lepini e della provincia. Rappresentava una bella novità con le donne e i giovani che PD e SEL avevano saputo offrire e che i cittadini avevano scelto.
Quando viene scelto il “nuovo”, pieno di inesperienza ma carico di energia e di generosità, i politici di lungo corso usano tutte le armi e le strategie di cui si sono capaci per mettere in difficoltà chi ha conquistato il potere, probabilmente per riprenderselo.
In un’esperienza di “nuovo governo”, come si stava facendo a Priverno, ci si aspettava che questa avesse avuto il sostegno in primis dal partito che era parte integrante di quella maggioranza: il PD.
E invece ci ritroviamo ad assistere impotenti alla disfatta di una maggioranza, o peggio ad un vero e proprio fratricidio.
È incomprensibile ai più che guardano attoniti, la sindrome da cannibalismo che questo partito riesce ad esprimere ogniqualvolta vince un’eleziome, come se non volesse vincere davvero e, qualora capitasse, anticorpi interni non riconoscessero lo status di vittoria e distruggessero il lavoro fatto minando continuamente il terreno in cui si cerca di lavorare.
Questo i più davvero non lo comprendono.
Eppure siamo in tanti a credere e a lavorare per un partito che sia coerente con il suo nome e con ciò che stabilisce nel proprio statuto nonostante la deriva personalistica capace di distruggere tutto e infangare chiunque.
Ma io ho una speranza.
Non siamo in pochi a volere un PD vero, scevro da interessi particolari, capace di conquistare fiducia e consenso attraverso la forza delle sue idee e della coerenza di chi le promuove, innamorato delle proprie comunità tanto da mettere da parte di volta in volta le “legittime aspirazioni personali” ora dell’uno ora dell’altro per privilegiare quello che è bene per la maggor parte.
Come ha fatto la Presidente del PD del Trentino, Lucia Fronza, che con il suo esempio interpella ognuno di noi a riappropriarsi del coraggio di chi mette al primo posto la collettività.
Non solo ammirare, ma imitare e moltiplicare azioni che forse costano, ma producono nutrimento per la VERA Politica.

https://www.facebook.com/lfcrepaz/posts/10204896601529163

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>